Welcome, Guest
Username: Password: Remember me

TOPIC: Vitto e Alloggio

Vitto e Alloggio 1 year 1 month ago #6815

  • Matt
  • Matt's Avatar
Salve,
avevo dubbi riguardo il vitto e l'alloggio ed il contratto non è che sia proprio chiaro.
La quota annua di 142,48 è calcolata sia su ferie che tredicesima? Quindi, se la badante mi usufruisce di 26gg di ferie, annualmente pago 248,96 euro di vitto e alloggio?

Ho letto che, se corrisposto in natura, la quota di vitto ed alloggio non è dovuta. Come si regola la cosa? Deve essere riportato nel contratto che la badante viene pagata sia con il vitto che con l'alloggio?
In questo caso cosa avviene? 142,48 euro che rimangono durante le ferie (in quanto non usufruisce di vitto e alloggio) ma NON viene più pagata la quota in tredicesima.
Giusto?

Grazie per la risposta

Vitto e Alloggio 1 year 1 month ago #6822

Buongiorno,

1) al collaboratore convivente, oltre alla retribuzione, va corrisposto anche il vitto e l'alloggio in natura o in denaro.

I casi quindi sono tre:
- se ha concordato con la collaboratrice la somministrazione del vitto e alloggio non in natura ma tramite indennità sostitutiva, per il 2016 questa é quantificata in 5,48 € giornaliere per ogni giornata di lavoro.
Se prendiamo ad esempio una collaboratrice che lavora dal lunedì al sabato per 26 giorni al mese:
5,48 x 26 = 142,48 che é quota di vitto e alloggio mensile che andrà moltiplicata per i mesi dell'anno lavorati
- Se invece il datore offre ad esempio solamente l'alloggio, dovrà essere corrisposto in denaro solamente il vitto, che é quantificato per il 2016 in 3,82 € giornalieri (1,91 di "pranzo/colazione" + 1,91 di "cena").
- Se invece avete concordato che il vitto e l'alloggio sia corrisposto in natura, questo sarà da corrispondere in denaro solo quando la collaboratrice non ne può usufruire in natura, perché fuori dall'abitazione dell'assistito/datore. Ad esempio quando riposa al di fuori del'abitazione a causa di una festività oppure quando é in ferie o in malattia.

2) Nel momento dell'elaborazione della 13esima, il Ccnl prevede che in questa venga compresa anche l'indennità la quota di vitto e alloggio, indipendentemente che durante l'anno sia stata corrisposta come indennità sostitutiva o in natura.
Se la badante usufruisce di 26 giorni di ferie, pagherà il mensile + l'indennità sostitutiva di vitto e alloggio ma non 248,96.

3) La tredicesima è sempre maggiorata della quota di vitto e alloggio.

Se Lei utilizza Webcolf per elaborare i cedolini della sua collaboratrice domestica, tutti questi calcoli vengono fatti in automatico.

Cordiali saluti.

Vitto e Alloggio 1 year 1 month ago #6826

  • Matt
  • Matt's Avatar
Intanto la ringrazio per l'esauriente e precisa risposta.
Continuo però a non capire solo riguardo l'ultimo punto, la corresponsione di una (probabile) doppia indennità.

Le spiego:
nella mensilità di aprile la signora ha fatto 6 giorni di ferie + 6 di vitto e alloggio pari a 32,88.
Nella mensilità di maggio la signora ha fatto 20 giorni di ferie + 20 di vitto e alloggio pari a 109,60.
Totale (giustamente) 142,48 annui.

Nell'elaborazione della tredicesima, oltre alle competenza relativa, mi son ritrovato di nuovo questi 142,48 nonostante li avessi già pagati.
Capisco che la tredicesima è aumentata dell'indennità, ma proprio per questo le domando se alla fine annualmente pago 248,96 euro perchè carte alla mano sembra proprio cosi.
(no, purtroppo non uso web colf :) )

Vitto e Alloggio 1 year 3 weeks ago #6832

Buongiorno,

é corretto il suo calcolo riguardo all'indennità di vitto e alloggio relativa ai giorni di ferie.

L'indennità di vitto e alloggio si corrisponde sia durante le ferie, festività, malattia ecc... sia nel cedolino della 13esima.
La prima si corrisponde perché la collaboratrice, godendo delle ferie al di fuori dell'abitazione dell'assistito/datore, non ha percepito il vitto e alloggio in natura e quindi lo si corrisponde in denaro. La seconda invece é prevista da Ccnl, in quanto la 13esima, mensilità agggiuntiva, per un convivente deve comprendere anche l'indennità di norma percepita in un mese normale.

Il Ccnl infatti stabilisce all'art. 38: "In occasione del Natale, e comunque entro il mese di dicembre, spetta al lavoratore una mensilità aggiuntiva, pari alla retribuzione globale di fatto, in essa compresa l'indennità sostitutiva di vitto e alloggio, così come chiarito nelle note a verbale apposte in calce al presente contratto."

Cordiali saluti.

Vitto e Alloggio 1 year 3 weeks ago #6835

  • Matt
  • Matt's Avatar
Grazie mille e buona fine ed inizio anno.

Vitto e Alloggio 1 month 3 weeks ago #7174

  • fulviod
  • fulviod's Avatar
Sto assumendo una badante convivente di livello CS, per un costo mensile lordo di 1054 € (Paga base + Accumulo Futuri Aumenti). Nel leggere la vostra documentazione (peraltro molto chiara ed esaustiva) e nell'esercitarmi nella compilazione dei vostri cedolini paga mi sono venuti (per ora) i seguenti dubbi:
a) Relativamente all'orario di lavoro:
1° dubbio: per la convivenza sono d'obbligo le (max) 54h settimanali oppure vanno bene anche le 48h?
b) Relativamente alla Tredicesima:
2° dubbio: l'indennità di vitto ed alloggio da corrispondere sarà data da 5,48 x 26 = 142,48 € oppure, applicando lo stesso rateo della tredicesima, 5,48 x 26 : 12 =
11,87 €?
c) Relativamente al calcolo della busta paga di dicembre:
3° dubbio: bisognerà pagare anche il rateo delle ferie accumulate e non usufruite (5,0673 x 8 x 26 : 12 = 87,83 €) e la corrispondente indennità di vitto ed alloggio
( 5,48 x 2,17 = 11,89 €) o posso rimandare all'anno successivo?
Grazi per le eventuali risposte

Vitto e Alloggio 1 month 3 weeks ago #7181

Buongiorno,

a) Nel caso di convivenza, la paga non cambia se la convivenza è di 54 ore o di 48. L'unica differenza è sui contributi che dovranno essere versati all'inps.
b) Le confermo che l'indennità di vitto e alloggio, se corrisposta in modalità sostitutiva e non in natura, sarà mensilmente di 142,48 Euro. Se invece corrisposta in natura, i 142,48 euro saranno l'importo che andrà a maturare ai fini della 13a, ferie e del TFR.
c) Le ferie godute non vanno liquidate a fine anno ma solo alla fine del rapporto. Quindi rimanderà il pagamento al momento della loro fruizione l'anno prossimo o al momento dell'interruzione del lavoro con la propria badante.

Cordiali saluti.

Vitto e Alloggio 1 month 2 weeks ago #7186

  • fulviod
  • fulviod's Avatar
La ringrazio.
Time to create page: 0.172 seconds
Powered by Kunena Forum

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e usufruire dei nostri servizi online. Se si prosegue nella navigazione si acconsente all’utilizzo. Per scoprirne di più al rigurado visita la nostra Cookies policy.

  Accetto di ricevere cookies da questo sito.