• Cessione di fabbricato e dichiarazione di ospitalità per colf e badanti (solo conviventi)

    In merito alla procedura di assunzione, entro le 48 ore dall’assunzione, ossia entro il secondo giorno di lavoro, va inviata per raccomandata o pec, la comunicazione di cessione e ospitalità alla pubblica sicurezza del comune presso il quale si svolge il rapporto di lavoro. Si può stampare il modello nel menù Assunzione | lettera convivenza /cessione del fabbricato.

    [aggiornamento del 14 settembre 2017]: la comunicazione di cessione di fabbricato/ospitalità va inviata per tutti i collaboratori conviventi, sia comunitari che extracomunitari e deve indicare come cedente il proprietario dell’immobile, che, può essere anche diverso dal datore.

    Attenzione:nel manuale precedente si indicava di comunicare la convivenza solo per i cittadini extracomunitari. Dopo un’accurata ricerca e contatti con varie questure di tutta Italia, vista la diversa interpretazione della norma in merito, consigliamo di fare sempre la comunicazione di cessione del fabbricato in caso di contratto di convivenza per evitare salate sanzioni.

    Nel nostro programma la lettera ricomprende sia la comunicazione di ospitalità sia quella di cessione del fabbricato in un unico documento ed è un modulo fornitoci da numerose questure.

     

    comunicaz pubblica sicurezza

     

    Si ricorda di:

     - indicare come cedente il proprietario dell’immobile (o a chi è intestata la locazione);

     - indicare come cessionario la collaboratrice convivente;

     - lasciare in bianco l’ultima parte, che va compilata dall’ufficio di pubblica sicurezza, come anche la prima riga con timbro o numero di pratica;

     - allegare il documento di identità del proprietario dell’immobile e della collaboratrice (se extracomunitaria anche permesso di soggiorno);

     - se il datore è diverso dal proprietario allegare anche la carta d’identità del datore di lavoro. Molto spesso i contratti delle badanti, infatti, hanno come datore il figlio ma poi esse lavorano e vivono presso l’abitazione del genitore.

    Per la procedura completa di assunzione si possono leggere i seguenti articoli:

    5.1. Lettera di assunzione
    5.2. Comunicazione inps
    5.2.1. Delega
    5.2.2. Codice pin inps
    5.2.3. Modalità comunicazione inps
    5.2.4. Consigli comunicazioni inps
    5.2.5. Differenza pin-codice rapporto
    5.4 Informativa sicurezza

     

  • Formulario - Comunicazione Sindaco

    [aggiornamento del 19/03/2018: Dopo aver contattato varie questure Italiane si consiglia di inviare la comunicazione alla pubblica sicurezza di colf e badanti conviventi anche se non extracomunitarie utilizzando il nuovo modulo che si trova all'interno del programma che si chiama: Cessione di fabbricato/ospitalità. Per avere maggiori informazioni si può leggere questo articolo: https://www.webcolf.com/notizie-utili-topmenu-20/13-manuale-webcolf/429-cessione-fabbricato-ospitalita-colf-badanti-assunzione.html ]

     

    Quando si assumono lavoratori in regime di convivenza la comunicazione di assunzione deve essere fatta al Comune di residenza e alla Questura.Il datore di lavoro deve, infatti, comunicare la convivenza/ospitalità entro 48 ore alla pubblica sicurezza.

    Nella comunicazione devono essere indicate oltre alle generalità del denunciante, quelle dello straniero o apolide, gli estremi del passaporto o del documento di identificazione che lo riguardano, l'esatta ubicazione dell'immobile ceduto o in cui la persona è alloggiata, ospitata o presta servizio ed il titolo per il quale la comunicazione è dovuta.

    La violazione di dette disposizioni sono soggette alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 160 a 1.100 euro.

    Una bozza della comunicazione al sindaco (e uguale può essere inviata alla questura) potrebbe essere la seguente:

    ROSSI MAURO  
    Corso Magenta, 1  
    35100 Padova (PD)  
      Padova, 1 dicembre 2007
       
       
      Egr. Sig.
      SINDACO
      Aut. di Pubblica Sicurezza
      Comune di Padova
       
      35100 Padova (PD)

     

    OGGETTO: Comunicazione ai fini dell’art. 147 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18.06.1931 N° 773, così come sostituito dall’art. 5 del Decreto Legislativo 13.07.1994 N° 480.

     

    Il sottoscritto ROSSI MAURO residente in Corso Magenta, 1 - Padova (PD)

     COMUNICA

     di aver OSPITATO e ASSUNTO alle proprie dipendenze in data 01/12/2007 con la qualifica di BADANTE la Signora XXXXXXX IOANNA, nata in Russia il 01/01/1950 e domiciliata a Padova (PD) in Corso Magenta, 1 con:

    Codice fiscale : xxxxxxxxxxxxxxxxxxx

    Passaporto Ordinario n° : A28xxxxxxxx

    Permesso soggiorno n° : xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

     

    Con distinti saluti.

                                                                                              Firma del datore di lavoro

     


    Riportiamo il testo letterale dell'art. 7 del D.Legislativo 286/98:

    "7. Obblighi dell'ospitante e del datore di lavoro. (R.D. 18 giugno 1931, n. 773, art. 147)
    1. Chiunque, a qualsiasi titolo, dà alloggio ovvero ospita uno straniero o apolide, anche se parente o affine, ovvero cede allo stesso la proprietà o il godimento di beni immobili, rustici o urbani, posti nel territorio dello Stato, è tenuto a darne comunicazione scritta, entro quarantotto ore, all'autorità locale di pubblica sicurezza.
    2. La comunicazione comprende, oltre alle generalità del denunciante, quelle dello straniero o apolide, gli estremi del passaporto o del documento di identificazione che lo riguardano, l'esatta ubicazione dell'immobile ceduto o in cui la persona è alloggiata, ospita o presta servizio ed il titolo per il quale la comunicazione è dovuta. 2-bis. Le violazioni delle disposizioni di cui al presente articolo sono soggette alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 160 a 1.100 euro."