Novità mav: pagamento contributi su ferie non godute e mancato preavviso

 

A partire da Maggio 2013 l'inps richiede, in caso di cessazione, il pagamento dei contributi anche sulle ore di ferie non godute e sulle ore di mancato preavviso.
Per questo, nel sito dell'ente, nelle pagine relative all'elaborazione del mav on line sono state inserite delle nuove maschere in cui viene richiesto il numero di settimane di preavviso e di ferie non godute in modo da elaborare un bollettino in cui vengono indicate tali settimane oltre la data di cessazione.
Webcolf ha implementato nel programma tale funzione in automatico.
Infatti:
- indicando la data di licenziamento/dimissioni nell'inserimento mensile dell'ultimo cedolino, oltre ad essere calcolate in automatico le ferie non godute, il programma conteggia le ore corrispondenti e le aggiunge alle ore contributive. Ciò incide quindi anche sulle trattenute a carico collaboratore (se previste) e sul conteggio della cassa colf;
- nel caso di licenziamento in tronco, per pagare l'indennità sostitutiva di mancato preavviso, nell'inserimento mensile dell'ultimo cedolino, selezionata in una delle tre righe la voce "ind. sost. preavviso (giorni)" e indicando i giorni di mancato preavviso, il programma, oltre a calcolare la retribuzione, aggiunge le ore corripondenti a quelle contributive. Anche in questo caso tale calcolo incide sulle trattenute a carico collaboratore (se previste) e sul conteggio della cassa colf;
In base a questo calcolo, entrando nel menù cedolini e fasi mensili | elaborazioni mav in inps on line, webcolf dispone (nella colonna a sinistra) tutti i dati per la modifica del mav indicando nell'ultima riga le settimane di preavviso e di ferie non godute, che poi vengono visualizzate con la sigla P accanto al numero della settimana e, indicando le ore totali contributive già comprese di quelle del preavviso e delle ferie non godute.
Quindi l'utente per elaborare il mav della cessazione dovrà seguire questa procedura:
- dopo aver aggiornato e resi definitivi tutti i cedolini fino alla data di cessazione dovrebbe entrare nel menù: 2 Cedolini  e fasi mensili | Contributi: Elaborazione MAV in INPS on line,
- selezionare il trimestre a sinistra
- entrare a destra nel sito dell'inps copiando le caselle del codice fiscale e del codice rapporto in alto, nella prima maschera dell'inps "pagamento di un singolo rapporto di lavoro attivo o cessato".
- nella pagina dell'inps viene indicata, sotto al menù calcolo contributi la data di cessazione, come nella figura sotto (essendo stata affettuata la comunicazione all'inps di cessazione viene già proposta in automatico).


mav cessazione 1
- dopo aver cliccato avanti l'inps richiede il numero di settimane di preavviso e di ferie non godute che webcolf indica nell'ultima riga a sinistra, come evidenziato sotto in rosso. Precisiamo che il programma indica con la sigla P solo le settimane in cui le ore sono tutte di preavviso o di ferie non godute, mentre, per la settimana in cui la collaboratrice ha lavorato anche solo per 1 ora non viene indicata la sigla P.


mav cessazione b
- si clicca poi avanti e, nella maschera successiva la voce modifica, evidenziata sotto in rosso

mav cessazione cc
-  poi si deve copiare nella colonna di destra (mav dell'inps) i dati di webcolf della colonna di sinistra: si tratta delle ore retribuite, della retribuzione oraria effettiva calcolata in automatico dal programma (paga di fatto ovvero paga totale + quota di 13esima e in caso di convivenza, + quota vitto e alloggio), del codice organizzazione F2 per la cassa colf e l'importo relativo a tale contributo.

mav cessazione dd

- in seguito si deve cliccare avanti e conferma modifica poi cliccare pagamento e stampa mav e scegliere per stampare poi l'opzione stampa mav, avanti:


mav cessazione e
- Nel caso si voglia fare il pagamento direttamente on line si sceglie pos virtuale Intesa San Paolo.
- Per completare la stampa si dovrà cliccare sull'icona pdf, scaricare il file e ricordarsi che va stampato fronte retro.


mav cessazione f
Dopo aver scaricato il mav il datore dovrebbe poi controllare a sinistra della maschera di webcolf, sulle due colonne in alto, se ci sono due mav da compilare, uno per le settimane con meno di 24 ore e uno con le settimane più di 24 ore. Infatti, nel caso alcune settimane si lavori meno di 24 ore i calcoli del mav sono diversi e quindi deve compilare due mav.
Se, inoltre, le settimane di mancato preavviso e di ferie non godute cadono nel trimestre successivo si dovrà selezionare in alto a sinistra nella colonna di webcolf il trimestre successivo ed elaborarei mav per le altre settimane seguendo la stessa procedura indicata sopra.
Nel caso il datore non volesse pagare i contributi per le settimane di mancato preavviso e di ferie non godute dovrebbe, prima di elaborare l'ultimo cedolino mettere il flag sulla voce "non pagare contributi su ferie non godute e mancato preavviso" che si trova o al passo 11 dell'inserimento facilitato dati collaboratore del menù assunzione oppure nelle maschere standard del trattamento economico 7/7 dei dati collaboratore cliccando impostazioni di paga avanzate.

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e usufruire dei nostri servizi online. Se si prosegue nella navigazione si acconsente all’utilizzo. Per scoprirne di più al rigurado visita la nostra Cookies policy.

  Accetto di ricevere cookies da questo sito.