Preavviso e indennità di mancato preavviso



Nel caso di mancato preavviso, poi, è dovuta dalla parte che recede un'indennità pari alla retribuzione corrispondente al periodo di preavviso spettante.
Se il preavviso svolto è inferiore a quanto previsto l'indennità è dovuta solo per i giorni mancanti.
Nel caso di licenziamento con mancato preavviso la quota di indennità verrà aggiunta alle altre spettanze di fine rapporto mentre, nel caso di dimissioni con mancato preavviso, la quota di indennità, poichè deve essere versata al datore, verrà trattenuta al lavoratore dalla liquidazione totale.

Come si calcola l'indennità di mancato preavviso?
In base al calendario si devono contare le ore che la colf avrebbe dovuto lavorare nel periodo di preavviso seguendo l'orario standard moltiplicandole per la paga oraria.

Con webcolf, invece, i calcoli sono automatici: è necessario solamente selezionare nella maschera dell'inserimento mensile in una delle tre righe in basso la voce "ind. sost. mancato preavviso" e poi inserire i giorni e il programma calcola le ore e la retribuzione corrispondenti.

Per la procedura di cessazione completa, comunque, rimandiamo a questo articolo: risoluzione del rapporto

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e usufruire dei nostri servizi online. Se si prosegue nella navigazione si acconsente all’utilizzo. Per scoprirne di più al rigurado visita la nostra Cookies policy.

  Accetto di ricevere cookies da questo sito.